I TARALLI DELL'IMMACOLATA - "U FCJATJDD" DI MATERA

Al via le feste natalizie…

La festa dell’Immacolata è per tutti il momento di avvio per le riunioni di famiglia, le grandi tavolate, la voglia di staccare per un momento dalla routine e dedicarsi al piacere di fare festa.

E cosa c’è di meglio di un bel pranzo in compagnia?

Se vi piace stupire i vostri ospiti con novità culinaria,senza stravolgere le abitudini alimentari, questa ricetta è quello che fa per voi.

Direttamente da Matera per l’Immacolata non può mancare il TARALLO DELL’IMMACOLATA, “u fcjlatjdd”.

 

 

 

 

 INGREDIENTI

 450 gr di farina 0

 50 gr di semola rimacinata di grano duro

 80 gr di olio extravergine d’oliva

 220 gr di acqua

 10 gr di sale

 9 gr di semi di finocchio

 1/2 lievito di birra

Impastare come di consueto per i lievitati farina, acqua tiepida (in cui è stato stemperato il lievito) e olio, aggiungendo alla fine il sale e i semi di finocchio.

L'impasto deve essere duro, per cui è opportuno aggiungere l'acqua poco alla volta, e regolarsi con quanta ne assorbe la farina.

Otterrete un panetto duro ma elastico e molto liscio.

Dividete in due pezzi, uno lasciatelo da parte e cominciate a lavorare il primo. Stendere la pasta in una forma ovale dello spessore di massimo mezzo centimetro, ed arrotolarla dal lato lungo. Una volta ottenuto un cilindro sufficientemente lungo per formare un cerchio, formare il tarallo. E' possibile inumidire leggermente la pasta prima di effettuare la chiusura per essere più sicuri della tenuta.

Adagiatelo su una teglia rivestita con carta da forno, inumidite la superficie con un po’ d’acqua, incidete la forma con tre o quattro taglietti, e mettetelo a lievitare in un posto al caldo fino a che non è raddoppiato di volume. Una volta raddoppiato cuocetelo in forno a 200° fino a cottura desiderata.

E…buona festa dell’Immacolata!!!!!

#letradizionidipugliabnb

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
  • Nessun commento trovato
0
0
0
s2sdefault