Bovino, in provincia di Foggia al confine con la Campania, che oltre a essere uno dei borghi più belli d’Italia, è stato selezionato come Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano a fine 2013. Nel suo centro storico si erge imponente il Palazzo Ducale, importante edificio difensivo e antica residenza nobiliare.

Oltre alla splendida cattedrale, a Bovino si contano sette chiese, alcune imperdibili come la chiesa di San Pietro, quella del Carmine, la neoclassica S. Maria delle Grazie, la chiesa del Rosario, le quattrocentesche chiese dell’Annunziata e di S. Francesco, quella dei Cappuccini. Il resto della ricchezza è sparso nel panorama di casette bianche, scalinate ripide tra i viottoli e la campagna circostante. Se passate di qui, gustatevi la genuinità dei prodotti fatti in casa: la pasta (orecchiette pugliesi in primis) e i biscotti con le mandorle. Per lo shopping, l’artigianato locale propone oggetti lavorati in ferro o in pietra, e i ricami.

Guarda il video, di Bovino ne parla anche #allefaldedelkilimangiaro: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-dd1450b7-8d01-4efe-9e52-1e7626d79d48.html

Leggi Tutto Commenti (0) Visualizzazioni: 587
0
0
0
s2sdefault

 

Edificato nel XV secolo, Palazzo Dogana è uno degli edifici più antichi di Foggia.

Ospitò un tempo, dal 1761 al 1806, la Regia Dogana della Mena delle Pecore, fino a quando non cessò di esistere l’istituto della transumanza. Da quel momento il palazzo divenne una sorta di Albergo delle Istituzioni: è stato, infatti, sede dell'Amministrazione del Tavoliere, dell'Intendenza, delle Regie Poste, della Pubblica Sicurezza, della Tesoreria Provinciale, del deposito di sale e tabacchi, della Prefettura, della Questura, della Biblioteca provinciale e dell'Archivio di Stato. Dal 1861, con l'Unità d'Italia, Palazzo Dogana è sede della Provincia e, al piano terra, presta i suoi spazi alla Galleria provinciale di arte moderna e contemporanea. L’edificio ospita inoltre l'Archivio di Stato che conserva documenti originali risalenti all'età Moderna, fondamentali per la conoscenza storica della Capitanata.

Foggia Piazza XX Settembre

tel +39 08817911

Leggi Tutto Commenti (0) Visualizzazioni: 511
0
0
0
s2sdefault

Il figlio di Federico II di Svevia, Manfredi volle l’ edificazione di questo castello, nel XIII secolo, ai piedi del Gargano, a difesa della città di Manfredonia appena nata per accogliere gli abitanti della vicina Siponto divenuta inospitale a causa delle paludi e delle guerre. Durante il periodo angioino assunse la forma quadrangolare e un impianto più complesso per poi essere dotato, durante il periodo aragonse, di una seconda cinta muraria esterna. Oggi il castello ospita l’ importante Museo Nazionale Archeologico, aperto tutti i giorni, accessibile a disabili in carrozzina ricco di esposizioni che illustrano la storia dell’ antico territorio sipontino e garganico. Si segnala, per pregio e singolarità, la mostra delle stele Daunie: lastre rettangolari in pietra calcarea raffiguranti
Leggi Tutto Commenti (0) Visualizzazioni: 399
0
0
0
s2sdefault